statistiche accessi
clitoride istruzione per luso1

Il Clitoride: Istruzioni per l’uso

Fonte di piacere per lei, talvolta di disperazione per il partner, ecco a voi signori: il clitoride!

Tutti ne hanno sentito parlare ma non tutti lo hanno visto. Il clitoride rappresenta la punta del piacere nella ricettività sessuale della donna e un divertimento senza uguali per chi lo sa stimolare nel modo più opportuno. Ma procediamo con ordine.

Cosa è il clitoride.

Il clitoride o la clitoride (si, si può chiamare anche così) è la parte erettile dell’organo sessuale femminile ed situato sopra la giunzione delle piccole labbra della vagina. E’ una zona particolarmente ricca di terminazioni nervose e questo giustifica la sua importanza nel rapporto sessuale.

Osservandolo da vicino potrai fa caso che la sua struttura è molto simile a quella di un piccolo pene. Per questo motivo la parte terminale viene chiamata glande del clitoride ed è coperta da un prepuzio. Esattamente come il pene maschile anche il o la clitoride, ha, compatibilmente con le dimensioni una sua erezione nel momento dell’eccitazione sessuale.

Potrei scrivere per ore in merito all’anatomia del clitoride ma credo che tu non sia qui per questo. Per questo motivo se hai bisogno di ulteriori informazioni in merito ti rimando su wikipedia mentre passo a parlare di uso e manutenzione del clitoride.

Il clitoride nel rapporto sessuale.

Sarebbe bello poter dire “fai questo e poi quest’altro e l’orgasmo è assicurato”. Il clitoride per alcuni versi rappresenta il carattere di una donna e per questo ogni donna ha un suo modo per essere stimolata.

Quello che potrebbe essere un problema in realtà sono convinto che sia un punto di forza. Spesso neanche la proprietaria del clitoride stesso conosce il modo più corretto di stimolarlo specialmente se non è incline alla masturbazione. Questo significa che per capire come farla arrivare all’orgasmo dovrai sperimentare.

Ricorda che il piacere del sesso è proprio la sperimentazione. Fare sempre le stesse cose nello stesso modo porta alla noia e allontana il piacere. (e avvicina le corna!)

Come si stimola il clitoride?

La fortuna vuole che esistano svariati modi per la stimolazione del clitoride. Vogliamo vederne qualcuno?

  • Con le dita – per quanto possa sembrare banale, la stimolazione con le dita è ottima per accendere l’intensità del rapporto sessuale o per l’inizio della masturbazione. Per questo tipo di pratica è preferibile l’utilizzo di una crema o di un lubrificante per evitare fastidiosi arrossamenti. Oltre al semplice effetto lubrificante esistono in commercio anche creme che hanno effetto stimolante e migliorano la qualità del piacere. Inoltre è giusto ricordarti che le parti intime sono sensibili ai batteri quindi è preferibile lavarsi bene le mani prima.
  • Con la lingua – è il mio metodo preferito e sono dell’idea che lo sia genericamente anche per le donne. La stimolazione con la lingua che rientra nel cunnilingus risulta essere più intima e particolare e quindi più apprezzata.
  • Con stimolatori elettrici – Con la tecnologia sono arrivati anche i giochini dedicati al clitoride. Gli stimolatori elettrici sono dedicati prevalentemente alla masturbazione ma possono essere usati anche in coppia come variante. Ne esistono veramente di tanti tipi. Dal simulatore di lingua al vibratore rabbit per arrivare fino agli stimolatori con telecomando per i giochi di coppia.
  • Con l’anello vibrante – per quanto anche questo rientri tra i sex toys l’ho voluto mettere da parte perchè è demandato alla cura e alla fantasia del partner. L’anello si colloca alla base del pene (ma non solo) stimola il clitoride durante la penetrazione. L’effetto è sicuramente interessante.

Qualche trucco per stimolare il clitoride.

Come già detto la fantasia nel sesso fa da padrone. Per questo voglio darti qualche consiglio per una stimolazione inusuale che dovrebbe portare ad orgasmi più intensi:

  • La barba – ok, questo se non sei una donna e se non hai problemi a fartela crescere. Secondo alcune interviste sembra che la stimolazione con la barba associata al cunnilingus sia particolarmente gradita.
  • La panna spray – Quasi un classico no? Casualmente cade un po’ di panna li e bisogna ripulirla per benino… mi raccomando, non essere frettoloso!
  • Il ghiaccio – il cubetto di ghiaccio all’inizio di un rapporto regala sicuramente sensazioni e brividi fuori dal normale. Usalo per accarezzare delicatamente il clitoride facendolo scorrere anche intorno senza congelarglielo!

Naturalmente esistono tanti altri modi ancora e magari qualcuno lo puoi suggerire anche tu qui nei commenti no?

Cosa non fare con il clitoride.

Come detto sopra il clitoride fa parte di una zona intima che è particolarmente sensibile a funghi e batteri. L’igiene di ciò che utilizzerai per la stimolazione, vuoi che siano toys o le dita è assolutamente importante.

Inoltre, se utilizzi lubrificanti o altre sostante fai attenzione che non abbiano una base alcolica che potrebbe creare bruciori e infiammazioni.

Infine, attenzione a non usare troppa forza nella stimolazione rischiando di creare dolore piuttosto che piacere.

La pratica ideale sarebbe quella di alternare la delicatezza con l’impeto della passione mantenendo un giusto equilibrio in base a come risponde lei.

Credo di averti detto tutto quello che è necessario per degli ottimi clit-orgasmi. Vuoi suggerirmi qualcosa di più?

Al tuo miglior Orgasmo!

G!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA ImageChange Image

Torna su